Recensioni

Sherlock Gnomes la recensione – Elementare Watson!


Visto con Alex, 8 anni, e Giorgio, 7 anni

Sherlock Gnomes la recensione – Elementare Watson!

Un sequel divertente e vivace che ha pensato al divertimento di tutta la famiglia prendendo spunto da uno dei personaggi letterari più amati: Sherlock Holmes

di Karin Ebnet 12/04/2018

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2018/04/sherlock-gnomes-la-recensione-film-visto-con-i-bambini-HP-wpcf_400x225.jpg

Ad avvicinare i bambini alla grande letteratura ci pensano loro, i simpatici nani da giardino che abbiamo imparato a conoscere con Gnomeo e Giulietta nel 2011. Sette anni dopo e vari cambiamenti che ne hanno rivoluzionato la produzione ma non la forma o la sostanza, arriva il sequel che, da come si comprende dall’incipit nei primi minuti, potrebbe essere solo un altro piccolo tassello in una saga che vuole far conoscere ai bambini alcuni dei grandi capolavori della letteratura. Leggete Sherlock Gnomes la recensione per scoprire tutto sul film.

Sherock Gnomes La recensione

Gnomeo e Giulietta

L’avevano appunto già fatto col primo film, che ci faceva conoscere Gnomeo, il pupillo della casata dei nani da giardino blu, e Giulietta, la figlia del capo dei rossi. Vicini di giardino e nemici all’ultimo coccio, le due opposte fazioni si scontravano a duelli a cavallo delle più potenti falciatrici elettriche. Una rara orchidea però permette ai due giovani di incontrarsi lontano dagli odi familiari e di scoprire di avere molto in comune. Riuscire però ad ottenere il consenso delle rispettive casate non sarà semplice, ma nulla è impossibile per chi si vuole bene…

gnomeo-e-giulietta-la-recensione-meme

Sherlock Holmes

Dopo aver rivisitato il grande capolavoro di Shakespeare Romeo e Giulietta con il secondo film è arrivato il turno del grande investigatore inventato dalla penna di Sir Arthur Conan Doyle, Sherlock Holmes. Nel film infatti sarà lui, conosciuto come Sherlock Gnomes, a dover risolvere un grande mistero. Chi sta rapendo tutti i nani da giardino di Londra e per quale scopo? Ad aiutare lui e il suo fidato compare Watson nelle indagini saranno sempre loro, Gnomeo e Giulietta, gli unici rimasti di tutto il loro clan.

I vicini litigarelli del primo film infatti si sono sposati e si sono trasferiti in una nuova casa con un unico giardino dove ora sia i nani rossi che quelli blu possono finalmente vivere in pace. Ed è anche l’occasione scelta da Lady Mirtillo e Lord Monterosso di abdicare dalla guida delle loro casate per lasciare spazio alle nuove generazioni. Saranno proprio Gnomeo a Giulietta ad avere il compito di riorganizzare la loro nuova dimora all’aria aperta. La missione da assolvere e la grande responsabilità che precipita sulle loro spalle però è causa delle prime grandi incomprensioni tra i due innamorati. Riusciranno a ritrovare l’armonia tra di loro in tempo per ritrovare i loro amici prima che sia troppo tardi?

Sherlock-gnomes-gnomeo-e-giulietta-trailer-italiano--meme

Squadra che cambia…

In questi sette anni trascorsi tra il primo e il secondo film sono avvenuti non pochi cambiamenti. Non solo il regista non è più Kelly Asbury (suoi anche Spirit – Cavallo selvaggio, Shrek 2 e I puffi – Viaggio nella foresta segreta) ma anche la casa di produzione è cambiata. Touchstone Pictures, Miramax e Starz Animation hanno infatti ceduto il progetto del sequel a Paramount Animation, MGM e Spy Kids 4 SPV. Un cambio di registro avvenuto in armonia, tanto che Kelly Asbury ha ceduto il timone del sequel al suo amico John Stevenson, story artist di Shrek 2 e già co-regista del primo Kung Fu Panda insieme a Mark Osborne. E si è tenuto per sé il doppiaggio originale dei piccoli nanetti tutti uguali.

Sherlock-Gnomes-poster-oscar-meme

Le voci

Immutata la squadra di doppiatori originali del film che comprendono James McAvoy (Gnomeo), Emily Blunt (Giulietta), Michael Caine (Lord Mattonerosso), Maggie Smith (Lady Mirtillo), Julie Walters (Lady Montecchi) e Ozzy Osborne (Daino), a cui si sono aggiunti Johnny Depp (Sherlock Gnomes), Chiwetel Ejiofor (Dr. Watson) e Mary J. Blige (Irene).

A differenza dell’America dove erano coinvolti attori molto amati, in Italia il doppiaggio non si è appoggiato a vip conosciuti ma a professionisti del settore come Stefano Brusa, Chiara Gioncardi, Paola Fulciniti, Elio Zamuto, Luigi Morville e Fabrizio Vidale, ai quali si sono aggiunti per questa seconda avventura Fabio Boccanera, Roberto Stocchi, Massimo Lodolo e Pino Insegno.

Anche questa volta l’inflessione dialettale ha avuto un ruolo determinante nel film, dopo le grandi differenze tra nord e sud rappresentate da Capuleti e Montecchi nel primo capitolo, questa volta i personaggi parlano con cadenze provenienti un po’ da tutta Italia, così da mostrare un’unità che non sempre purtroppo esiste nella realtà.

sherlock-gnomes-i-character-poster-meme

Un film per tutta la famiglia

Superato l’impatto un po’ spiazzante delle voci, Sherlock Gnomes risulta un ottimo film per tutta la famiglia. Si ride forse un pochino meno rispetto al primo film, decisamente più riuscito, ma l’omaggio al personaggio di Conan Doyle è riuscitissimo e  non manca di far conoscere ai più piccoli classici personaggi come Watson, Moriarty e Irene Adler, uno dei personaggi femminili più riusciti dei racconti dello scrittore. Un viaggio alla scoperta di Londra attraverso i  tanti indizi disseminati qua e là che non mancherà di intrigare anche i bambini più piccoli. Senza dimenticare una strizzatina d’occhio agli adulti attraverso vari omaggi alla serie tv live action.

Sherlock-gnomes-giochi-online-per-bambini-HP

Easter Egg

Non sono facili da individuare, ma se siete fan di Benedict Cumberbatch e avete l’occhio fine potrete notare alcuni omaggi alla serie tv. A partire dalla scritta Moffat and Gattiss scritta sullo scafo della nave che sta a indicare i nomi dei creatori della serie BBC fino al negozio di chincaglierie a Chinatown chiamato Curly Fu, il soprannome dato a Benedict Cumberbatch dai fan cinesi. Se ne individuate altri fatecelo sapere…
da-biancaneve-a-frozen-tutti-gli-easter-egg-disney

Il messaggio

Per tutti è invece l’importante messaggio del film, imprescindibile in ogni film per famiglie che si rispetti. Sherlock Gnomes e Watson sono una coppia di amici che collabora insieme, ma il carattere introverso e poco socievole di Sherlock lo induce a dare per scontato l’appoggio del suo fidato compagno. Ed è così anche per Giulietta che troppo presa dalla riorganizzazione del nuovo giardino non si rende conto di trascurare il suo grande amore Gnomeo. Sarà proprio lo scatenarsi della furia vendicativa del villain Moriarty a dare l’occasione a tutti e quattro di comprendere che non bisogna mai dare per scontato chi si ha accanto perché potrebbe un giorno prendere un’altra strada. CinemaDays-2018-le-date-i-cinema-aderenti-e-l-elenco-dei-film-a-tre-euro-HP

Il film visto dai bambini

Alex (8 anni) e Giorgio (7 anni), grandi fan del primo film, hanno aspettato con trepidazione l’arrivo del sequel. E non sono rimasti delusi. Si sono divertiti molto, hanno riso e Alex si è immedesimato molto nel ruolo del detective cercando di capire per primo cosa volessero dire gli indizi lasciati a Moriarty. Entrambi poi erano curiosi di scoprire dove erano finiti tutti gli gnomi da giardino della città e se i protagonisti sarebbero riusciti a risolvere per tempo l’enigma prima che fosse troppo tardi. Per loro è stata anche un’ottima occasione per conoscere meglio il personaggio di Sherlock Holmes, che avevano già approcciato nel nostro viaggio a Londra dell’anno scorso dove hanno avuto occasione di andare a visitare la casa del mitico investigatore letterario.alex-e-giorgio-casa-sherlock-holmes-londra-2017

Vai alla scheda Cinema

© Riproduzione riservata


Inserisci un Commento