Recensioni

Sailor Moon Crystal, Bentornata Sailor Moon! – La recensione


Visto con Giulia, 7 anni

Sailor Moon Crystal, Bentornata Sailor Moon! – La recensione

Molto più fedele all'originale, la nuova serie Pretty Guardian Sailor Moon Crystal affonda le radici nel pathos drammatico pur regalando momenti di comicità

di Giovanna Mariani 5/01/2017

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2017/01/Pretty-Guardian-Sailor-Moon-Crystal-47-wpcf_400x225.jpg

Finalmente è arrivata anche in Italia Sailor Moon Crystal, il remake della celebre serie andata in onda negli anni ’90 che tutti i fan delle guerriere con la divisa da marinarette dovrebbero guardare per avere la possibilità di assistere alla storia di Sailor Moon così come è stata concepita originariamente da Naoko Takeuchi, l’autrice del manga.

Questo nuovo anime – realizzato in occasione del 20° anniversario di  Sailor Moon e composto da ben 5 archi dei quali, per ora, trasmessi solo tre – si discosta totalmente dalla vecchia saga.  La differenza sta nel fatto che Crystal riprende quasi interamente il manga originario, approfondendo anche parti di trama mai apparsi nella scorsa serie e che avevano il pregio di rendere più matura e turbolenta la storia delle Sailors.

Scompaiono anche le censure e gli episodi riempitivi che avevano caratterizzato la vecchia serie: il primo arco della nuova serie è composto da 13 episodi e questo ci fa capire quanta fosse la mole di episodi di contorno tra di loro molto simili volti ad allungare la serie.

Inoltre, c’è una presenza maggiore di ricordi della precedente vita di Sailor Moon, quella vissuta sulla luna, che spesso tornano a galla come sogni indistinti nei quali però non viene mai mostrato il volto del cavaliere che li popola. L’universo narrativo è più oscuro e grazie alla leggerezza ed all’ingenuità di Usagi l’atmosfera viene alleggerita.

Le musiche in sottofondo sono più incalzanti e cupe e ci regalano un pathos e un’introspezione che rendono i personaggi tridimensionali e credibili.

Non mancano però anche le scene comiche che hanno caratterizzato anche la vecchia serie, nelle quali la protagonista è pressoché sempre Usagi Tsukino e sono molto curate le nuove scene di trasformazione e i nuovi attacchi delle Sailor Senshi, nonché le varie strategie guidate nel quartier generale da Luna ed Artemis, che non sono più delle semplici mascotte.

Nel nuovo anime i personaggi e gli sfondi sono identici ai disegni originali, i colori sono in linea con quelli delle tavole di vent’anni fa, a volte più tenui e più caldi rispetto alla serie degli anni ’90 ed a volte più intensi, ideati per ricreare l’atmosfera a tratti romantica ed a tratti dark, che l’autrice voleva trasmettere con il suo lavoro.

Le differenze tra il vecchio cartone animato degli anni ’90 passa anche da un restyling dei personaggi, le vecchie facce da ragazzine vengono sostituite da nuovi visi dal mento marcato e dai capelli ribelli che sono incredibilmente fedeli ai disegni originali di Naoko Takeuchi. Le protagoniste sono più mature e slanciate, gli abiti più sensuali e gli atteggiamenti e movimenti più sinuosi. Chi ha letto il manga non nota differenze o quanto meno le stesse sono minime ed ha l’impressione che i disegni originali abbiano preso vita.

Come è ovvio il personaggio preferito da mia figlia Giulia non può essere che Usagi/Sailor Moon, sia nel suo aspetto “umano” che nella sua veste da guerriera, grazie alla sua comicità, alla dolcezza e la forza che esprime riesce ad essere un esempio positivo per tutti.

Le Sailors sono un modello forte da seguire, insegnano che è importante non arrendersi mai per avere lo spirito e la capacità di cercare di superare tutti gli ostacoli, senza tralasciare il valore dell’amicizia, dell’amore e della solidarietà, sentimenti che aiutano le ragazze a sconfiggere il male.

Nei loro giochi di emulazione, Giulia e le sue amiche ripetono sia le gesta eroiche delle guerriere che i momenti nei quali prevale l’amicizia, facendo finta di essere in difficoltà c’è sempre una Sailors che aiuta l’altra.

Benché in alcune puntate vengano trattati temi delicati, soprattutto nel terzo arco, in cui assistiamo ad una relazione affettiva tra Sailor Uranus e Sailor Neptune (Michiru e Haruka), e le Sailors vengono rappresentate in atteggiamenti più sensuali del solito (non più delle Winx comunque), la serie è adatta alle bambine e ai bambini in età scolastica perché tutti gli argomenti sono toccati con delicatezza e semplicità. Si consiglia lo stesso di vedere la serie insieme ai bambini così da aiutarli nella visione e aggiungere spiegazioni dove necessario.

Pretty-Guardian-Sailor-Moon-Crystal-38

Trama dei cinque archi narrativi

  1. Prima serie “Dark Kingdom”: Usaghi Tukino è una quattordicenne pigra e piagnucolona, un po’ goffa ma un’alunna piena di vita del secondo anno di scuola media. Un giorno incontra Luna, una gattina parlante, nera con una macchia a forma di mezza luna sulla fronte, che le dona il potere di trasformarsi in Sailor Moon, la bella guerriera che veste alla marinara, paladina di amore e giustizia che trae i suoi poteri dalla Luna. La sua missione è ritrovare le sue compagne guerriere, il misterioso “Cristallo d’argento” e la principessa del regno lunare alla quale la gattina appartiene. Quest’ultima pare infatti essersi reincarnata in un’umana del XX secolo in seguito alla distruzione del regno ad opera del malvagio Dark Kingdom, la stessa entità malvagia che adesso minaccia la Terra e brama il potere del misterioso cristallo. Pian piano, si costituisce il gruppo, con il progressivo risveglio delle altre guerriere. Le avventure, i colpi di scena ed i combattimenti si susseguono in ogni episodio fino ad arrivare ad un finale degno delle più belle storie d’amore. A differenza della vecchia serie Mamoru/Tuxedo Kamen non lancia rose, ha poteri ESP che si manifestano con abilità di guarigione o telepatiche, ma raramente concentra anche la sua energia combattendo. Il suo rapporto con Usagi è più adulto e complesso, non esente da problemi realistici, come quelli dovuti alla gelosia ed alla loro differenza d’età. Finalmente Sailor Venus riacquista il Suo ruolo originario di leader delle guerriere Sailor, per questo motivo è la prima a risvegliarsi sulla Terra e a combattere per un anno da sola.mAnche il personaggio di Ami Mizuno, la futura Sailor Mercury vive una “catarsi” molto più intensa che in passato: la sua solitudine è ora più marcata, il peso della sua grande intelligenza molto più evidente ed oscuro.mL’incontro con Sailor Moon risveglierà i suoi poteri, permettendole di scoprire l’amicizia, un valore a lei sconosciuto prima di allora.mLa Sailors caratterizzata nel modo più diverso è Sailor Mars molto seria, posata e riflessiva.
  2. Seconda serie “Black Moon”: Dopo la fine della battaglia contro il Dark Kingdom, Usagi e Mamoru che pensavano di poter vivere finalmente in pace, saranno protagonisti di nuove avventure. Mentre sono al parco, piomba da un varco nel cielo una misteriosa bambina, di nome Chibiusa. Si scopre che è alla ricerca del “Cristallo d’Argento Illusorio”, ed è disposta a tutto pur di poterlo ottenere, tanto che si insedia a casa di Usagi. Sailor Moon e le sue compagne dovranno vedersela con nuovi potenti nemici: il clan del Black Moon, che sta cercando Chibiusa. Anche in questa serie le sorprese ed i colpi di scena saranno numerosi, non mancheranno i combattimenti, ma neanche le scene romantiche.
  3. Terza serie “Death Busters”: Il terzo arco vedrà l’entrata in scena di nuove combattenti. Si tratta delle Sailor del sistema solare esterno, ossia Uranus, Neptune e Saturn. I nemici da sconfiggere in questa nuova stagione saranno i componenti del Death Busters, capeggiati dal Professor Tomoe ed il loro obiettivo saràmquello di trovare il Cristallo d’Argento, arrivando a catturare le anime delle persone. Conosceremo Hotaru Tomoe che in seguito diventerà Sailor Saturn.nCi saranno Michiru ed Haruka, la cui forza contrapposta alla grazia dell’amica saranno molto più accentuate rispetto alla vecchia serie. Haruka avrà parvenze ancor meno femminili (spalle più larghe, seno molto meno accentuato) che giustificano maggiormente la sua identità maschile. Chibiusa diventerà una guerriera Sailor ed Usagi diventerà Super Sailor Moon con l’unione dei cuori delle outher senshi. Sarà una stagione avvincente e spettacolare, sempre più aderente al manga originale.
  4. Quarta e quinta serie: il 4° arco di Sailor Moon Crystal introdurrà di fatto Helios, che sarà intrappolato da Nehellenia in una gabbia, all’interno della quale sarà costretto ad assumere le sembianze di Pegasus. L’obiettivo di Nehellenia sarà quello di diventare la regina della luna e impossessarsi del Cristallo d’Argento. Per liberare Pegasus, Chibiusa dovrà trovare il “Golden Crystal” che sarà racchiuso dentro Mamoru. Usagi Tsukino diventerà Eternal Sailor Moon, mentre le guerriere avranno il grado di trasformazione di Super Star, che rappresenterà l’inizio dell’ultima saga. E proprio in quest’ultima parte vedremo, oltre alla dolce ChibiChibi, anche tre nuove guerriere, le Sailor Starlight, pronte a combattere insieme a Sailor Moon contro Chaos per l’ultima volta.

Personaggi principali prima e seconda serie:

Vai alla scheda Serie TV

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento