Recensioni

Ozzy, un cucciolo coraggioso contro il bullismo


Visto con Alex, 8 anni, e Giorgio, 6 anni

Ozzy, un cucciolo coraggioso contro il bullismo

Un film che insegna ai bambini a non piegarsi davanti al bullismo. La nostra recensione di Ozzy Cucciolo coraggioso

di Karin Ebnet 28/06/2017

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2017/06/Ozzy-nuove-06-wpcf_400x225.jpg

Ozzy è un beagle fortunato. Vive in una famiglia che gli vuole bene ed è inseparabile dalla sua bambina, con cui gioca tutto il giorno e insiema alla quale combina non poche marachelle. Un giorno, però, i genitori – due disegnatori di fumetti che hanno fatto di lui il protagonista della loro opera – vengono invitati alla fiera dei comics di Tokyo. Un’occasione unica che non possono perdere, ma portare Ozzy con loro sarebbe troppo complicato. Decidono così di affidarlo a una costosissima SPA per cani dove il loro amato amico a quattro zampe potrà distrarsi in attesa del loro ritorno. In realtà le cose sono molto diverse. Ozzy si trova presto catapultato in un incubo e gettato in una prigione per cani dove viene costretto a lavorare in una fabbrica di frisbee. Per lui riuscire a tornare a casa non sarà facile.

Ozzy-nuove-04

Se da un punto di vista grafico il film Ozzy – Cucciolo coraggioso ha tratti un po’ incerti e un’animazione che mostra i suoi limiti, la storia è però talmente avvincente e ricca di spunti e omaggi ai prison movie da meritarsi un vero applauso. L’avventura di Ozzy infatti ricorda grandi capolavori del cinema carcerario come Fuga da Alcatraz, Fuga per la vittoria o Le ali della libertà, per simpatizzare con gli adulti, ma senza dimenticare tuttavia i bambini, che attraverso il coraggio di Ozzy possono imparare ad affrontare una grande piaga dell’età scolastica: il bullismo. Ozzy, prima di finire in prigione, era sempre vessato da un bambino del quartiere e dal suo arrogante cane e non sapeva come difendersi. In carcere però, insieme ai suoi nuovi amici Scheggia, Hot Dog e Rutto imparerà a reagire ai sopprusi e ad affrontare con astuzia sia l’autoritario direttore che il vendicativo boss cihuahua. Perché bisogna trovare dentro di sé il coraggio di prendere decisioni importanti e affrontare le proprie paure.

Ozzy-nuove-15

A rendere piacevole la visione contribuiscono anche i personaggi secondari, ben scritti e caratterizzati, come gli alleati di Ozzy in carcere, il boss Don Vito o il direttore della prigione con l’hobby delle costruzioni con i biscotti a forma di osso. Mentre ad aiutare l’immedesimazione dei bambini ci sono alcune simpatiche trovate come i cagnolini che nel loro mondo, invece di dormire nelle cuccie, dormono nei letti e non mangiano nelle ciotole per terra ma in scodelle seduti ai tavoli.

Ozzy-nuove-09

Alex e Giorgio, che da sempre sognano di poter avere un cagnolino, sono entrati subito in empatia con Ozzy, protestando ad alta voce di fronte alle sue sfortune e facendo il tifo per lui durante la fuga dal carcere. Giorgio mi ha subissato di domande incredulo di fronte al trattamento riservato a Ozzy e mi ha anche chiesto se è vero che esiste una prigione per cani. Il suo pensiero è corso subito a tutti i cagnolini senza padrone e ha espresso il desiderio di adottarne uno. Che bello sarebbe poterlo accontentare!

Ozzy-nuove-05

Vai alla scheda Cinema
Vai alla scheda Home Video

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento