Recensioni

My Little Pony – Il film, un’esplosione di colori e divertimento


Visto con Alex, 8 anni, Giorgio, 6 anni

My Little Pony – Il film, un’esplosione di colori e divertimento

My Little Pony, il primo film animato realizzato da Hasbro, è allegro e colorato, celebra l'amicizia e condanna il bullismo. Tutto corredato dalle musiche di Sia e dalla voce di Lorella Cuccarini

di Karin Ebnet 5/12/2017

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2017/12/my-little-pony-il-film-recensione-movieforkids-03-wpcf_400x225.jpg

La magia dell’amicizia si è fatta grande. I celebri giocattoli che per generazioni hanno conquistato le bambine di tutto il mondo sono diventati protagonisti nel 2010 di una serie tv ideata da Lauren Faust (Le superchicche) intitolata My Little Pony – L’amicizia è magica, che ha avuto un tale successo di pubblico da convincere Hasbro a traportare le loro aventure al cinema.

Un passaggio che meritava la massima attenzione e per questo l’incarico di traghettare sul grande schermo le sei amiche di Ponyville è stato affidato a Jayson Thiessen, già direttore supervisore della serie, basandosi su una sceneggiatura di Megan McCarthy, anche lei già penna conosciuta della serie tv.

La storia vede Twilight Sparkle, Applejack, Rainbow Dash, Pinkie Pie, Fluttershy e Rarity affrontare un nuovo nemico che minaccia la tranquillità di Ponyville: Tempest Shadow, una pony votata al male a cui manca il corno magico. Spetterà alle sei amiche non solo sconfiggere il nemico, ma anche ripristinare la magia dell’amicizia incrinata strada facendo.

my-little-pony-il-film-recensione-movieforkids-02

Le bambine che correranno al cinema per ritrovare le loro pony preferite non rimarranno deluse. Gli ingredienti che hanno determinato il successo della serie tv nel film sono rimasti intatti. Il mondo di Ponyville è sempre un’eplosione di colori dai tratti morbidi, ricco di umorismo e attento a far passare il messaggio sull’importanza dell’amicizia, della perseveranza e della comprensione. Quello che manca è un po’ la novità, ritrovare sul grande schemo qualcosa di nuovo rispetto alla serie tv.

Certo qui c’è una nuova cattiva, un personaggio molto ben caratterizzato che permette al film di esplorare anche un altro tema molto importante che colpisce molti bambini: il bullismo. Tempest Shadow infatti non è diventata cattiva da sola ma l’hanno portata gli eventi e i comportamenti di quelli che credeva amici. Un modo per aiutare i bambini a riflettere sul fatto che oltre alla sofferenza in sé determinata dalla cattiveria degli altri, bisogna anche tenere presente alle conseguenze che gli atti di bullismo comportano.

my-little-pony-il-film-recensione-movieforkids-04

Il film, oltre a parlare ai più piccoli e a mostrare loro che uniti si può risolvere qualsiasi difficoltà, si rivolge anche ai genitori, che spesso non concedono ai loro figli lo spazio necessario per crescere, per seguire le proprie passioni e trovare la propria strada nella vita. Un insegnamento che arriva dalla Regina Novo, una mamma iperprotettiva non solo con la figlia ma anche con il suo popolo.

Le avventure di My Little Pony, nel passaggio dal piccolo al grande schemo ci guadagnano in musica. Non solo Lorella Cuccarini, doppiatrice italiana di Tempest Shadow, ha dato voce a uno dei brani del film, Open Up Your Eyes, ma a impreziosire la colonna sonora c’è anche la cantante internazionale Sia, che ha ispirato il personaggio di Songbird Serenade (vedi l’inconfondibile frangia bionda e nera) e ha composto per la pelliccola la canzone Rainbow, che apre e chiude il film.

my-little-pony-il-film-recensione-movieforkids-06

A vedere con me il film c’erano Alex e Giorgio, che hanno voluto accompagnare la loro amica Giulia. Da maschietti in età scolare entrambi non erano entusiasti di ritrovarsi sul grande schermo le avventure delle pony, che considerano di interesse esclusivamente femminile. In realtà nonstante le reticente iniziali i due si sono anche divertiti, grazie alla simpaticissima Rainbow Dash, che ne combina sempre una con contagiosa allegria. E grazie alle numerose scene d’azione (ci sono anche i pirati). Io invece ho molto apprezzato il ritrovare, disseminati qua e là, tantissimi riferimenti ad altri film o serie tv, da La storia infinita alle Winx. Una vera caccia al tesoro!

 

 

Vai alla scheda Cinema

© Riproduzione riservata


Inserisci un Commento