Recensioni

Leo Da Vinci, missione Monna Lisa riuscita – La recensione


Visto con Alex, 8 anni, Giorgio, 6 anni

Leo Da Vinci, missione Monna Lisa riuscita – La recensione

Leo da Vinci - Missione Monna Lisa è un avventuroso e colorato che presenta i più piccoli un giovane Leonardo con tutte le sue geniali invenzioni realizzato dai "papà" dei Cuccioli e MiniCuccioli

di Karin Ebnet 10/01/2018

0

http://www.movieforkids.it/wp-content/uploads/2018/01/leo-da-vinci-missione-monna-lisa-recensione-05-wpcf_400x225.jpg

Leo Da Vinci è un film che i più piccoli dovrebbero guardare. Intanto, per comprendere bene il film è necessaria una premessa: il Gruppo ALCUNI è una casa di animazione italiana di Treviso formata da artisti che dedicano il loro tempo in maniera esclusiva alla felicità dei bambini. Non solo hanno dato vita a Cuccioli e MiniCuccioli, due serie tv (e film) pensate per la fascia dei più piccoli per accompagnarli con le loro avventure alla scoperta delle meraviglie del quotidiano, ma si occupano anche di teatro dove mettono in scena opere tratte dai loro personggi. E viceversa.

Proprio da questa commistione tra teatro, cinema e tv è nata l’idea di portare sul grande schermo Leonardo Da Vinci, una figura storica tra le più eclettiche e importanti della nostra Storia. Fantasioso e lungimirante inventore, Leonardo ha saputo vedere al di là del proprio tempo regalando al mondo alcune delle più grandi opere, dalla Gioconda alla prima macchina volante (per molti il primo prototipo dell’elicottero), passando per l’Ultima Cena e la Dama con l’ermellino.

leo-da-vinci-missione-monna-lisa-recensione-06

Fedeli alla loro mission, Gruppo ALCUNI ha “ripulito” Leonardo dalla polvere del tempo trasformandolo in un personaggio moderno, spritoso, allegro (anche se a volte un po’ musone e poco incline alla socializzazione) e, soprattutto, giovanile. Un eroe insomma che i bambini possono prendere a esempio per incoraggiare la loro fantasia e la loro creatività.

Prima di esordire nel lungometraggio la figura di Leonardo era già stata sperimentata dal Gruppo ALCUNI in una serie tv per la Rai e in una serie di corti realizzati per Milano Expo 2015. Quello che ritroviamo al cinema però non è lo stesso Leonardo. Nuovo look, nuova grafica, nuova storia e soprattutto nuovo nome, Leo, per un ragazzo che parla ai bambini con il loro linguaggio e li accompagna in un’avventura fatta di amicizia, scoperte, invenzioni e pirati malvagi.

leo-da-vinci-missione-monna-lisa-recensione-01

La storia vede infatti come protagonista un ragazzo che trascorre la maggior parte del suo tempo a realizzare incredibili invenzioni. È giusto intento a mostrare ai suoi amici Lorenzo, indispensabile aiuto per far funzionare sempre tutto, e Lisa, la ragazza di cui è segretamente innamorato, la sua ultima creazione, lo scafandro, quando la casa della ragazza è colpita a un brutto incendio. Per aiutarla Leo parte alla ricerca di un tesoro che potrebbe risollevare le sorti della famiglia di Lisa. Ad aiutarlo nuovi simpatici amici come Agnes e Niccolò (Copernico), un bambino appassionato di astronomia che non si separa mai dal suo cannocchiale.

Nonostante le animazioni siano ancora da migliorare, il film ha il grande pregio di accompagnare i bambini in un’avventura lineare e di facile comprensione pur essendo ricca di trovate e di colpi di scena. La storia segue infatti Leo e i suoi amici alla ricerca di questo fantomatico tesoro introducendo anche la figura di malvagi pirati che rendono le situazioni più coinvolgenti e misteriose ma sempre adatte al target di riferimento: i bambini. Che possono così divertirsi e imparare molto sulla figura di Leonardo Da Vinci e delle sue invenzioni (nel film compaiono la Gioconda, il paracadute, lo scafandro, l’uomo vetruviano e molto altro ancora) anche se la fedeltà alla realtà storica del periodo non è stata rispettata fino in fondo.

leo-da-vinci-missione-monna-lisa-recensione-02

Ottima anche la colonna sonora del film e anche la canzone di Riki, Il tempo intorno, tratta dal suo secondo album Mania, che dal trailer mi faceva un po’ temere, è stata perfettamente inserita nella storia all’interno di una scena molto romantica che farà strizzare i cuoricini ai più piccoli.

Alex e Giorgio non vedevano l’ora di guardare il film, soprattutto perché, di ritorno da poco da un viaggio a Parigi, avevano avuto la fortuna di ammirare da vicino la Gioconda e scoprire qualcosa su Leonardo Da Vinci. Le sue avventure, il suo carattere avventuroso ma schivo, e l’impronta romantica che aleggia sul film li hanno subito conquistati, soprattutto Alex, che si è immedesimato con Leo e nei suoi primi impacciati approcci con Lisa. Entrambi poi hanno ammirato le geniali invenzioni che appaiono nel film e sono rimasti stupiti dal colpo di scena finale che li ha fatti discutere a lungo. Prossima mission della famiglia: portarli a vedere l’Ultima cena. Leo ormai è uno di casa!

 

Vai alla scheda Cinema

© Riproduzione riservata


This entry was posted in Senza categoria on .

Inserisci un Commento